mercoledì 22 febbraio 2017

Libro: Come esercitare il diritto all'oblio in Internet


di: Michele Iaselli
ISBN: 9788858206829
Pagine: 170 | Formato: 16 x 24 | Anno: 2017

Prezzo:
20.00 €

Il volume offre al lettore un’analisi approfondita del diritto all’oblio privilegiando rilevanti aspetti di carattere operativo. Innanzitutto vengono illustrati i fondamenti del diritto all’oblio alla luce delle  elaborazioni dottrinarie, giurisprudenziali e principalmente delle Autorità Garanti europee tutte approfondite nel volume. Inoltre il volume illustra le varie forme di tutela previste dalla normativa in caso di violazione del diritto all’oblio, compresa la possibile richiesta di risarcimento danni.

Completa l’opera una casistica dettagliata sui principali provvedimenti giurisprudenziali e del Garante privacy in materia. 


 

Risoluzione UE sui robot: si inizia ad ipotizzare una soggettività giuridica

Alla luce della recente approvazione della Risoluzione del Parlamento europeo del 16 febbraio 2017 recante raccomandazioni alla Commissione concernenti norme di diritto civile sulla robotica diventa sempre più attuale e preoccupante il problema connesso all’individuazione di norme che disciplinino l’attività ed in particolar modo la responsabilità dei robot nel nostro ordinamento.
L'umanità, ormai, si trova sulla soglia di un'era nella quale robot, bot, androidi e altre manifestazioni dell'intelligenza artificiale (AI) sembrano sul punto di lanciare una nuova rivoluzione industriale, suscettibile di toccare tutti gli strati sociali, rendendo imprescindibile che la legislazione ne consideri tutte le implicazioni.
Tra il 2010 e il 2014 la crescita media delle vendite di robot era stabile al 17% annuo e che nel 2014 è aumentata al 29%, il più considerevole aumento annuo mai registrato, e che i fornitori di parti motrici e l'industria elettrico-elettronica sono i principali propulsori della crescita; che le richieste di brevetto per le tecnologie robotiche sono triplicate nel corso dell'ultimo decennio.
Naturalmente gli aspetti giuridico-normativi dovranno essere trattati in maniera approfondita, disciplinando le interazioni fra umani e umanoidi sia nella sfera privata che in quella pubblica. Sarà necessario analizzare e risolvere diverse problematiche:
  1. di chi è la responsabilità in caso di danni o di infortuni causati da robot?
  2. Come proteggere la privacy degli individui?
  3. Come rendere disponibile ed accessibile a tutti l’intelligenza e la capacità sviluppata da robot al servizio dell’uomo?
  4. Che tipologia di assicurazione prevedere per i robot?

Continua su:  http://www.altalex.com/documents/news/2017/02/21/robot-con-intelligenza-artificiale-soggettivita-giuridica

martedì 24 gennaio 2017

Corso di alta formazione sul DPO

Insieme all'amico prof. Giovanni Crea abbiamo pensato di proporre un corso specialistico dedicato a coloro che intendono approfondire la delicata materia del Regolamento europeo n. 2016/679 sulla protezione dei dati personali con un occhio particolare rivolto al Data Protection Officer (DPO).
Il corso è organizzato dal CEIDA, prestigioso ente di formazione noto specialmente nell'ambito della pubblica amministrazione ed in effetti risulta molto utile proprio per quei dipendenti della P.A. che si troveranno ad affrontare in qualità di DPO le complesse problematiche attinenti alla materia della protezione dei dati personali.
Ecco il programma:
- CON RIFERIMENTO AL REGOLAMENTO (UE) 2016/67, ART. 29: DATA PROTECTION WORKING PARTY - GUIDELINES ON DATA PROTECTION OFFICERS (DPOS), ADOTTATE IL 13 DICEMBRE 2016
DURATA
3 giorni
DATE
8-9-10 marzo 2017
ORARIO
1a giornata: 9-14/15-17
2a e 3a giornata: 9-14,30
QUOTA DI PARTECIPAZIONE: euro 640,00 + IVA (la quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici)
Docenti
Prof. Giovanni CREA
Università Europea di Roma, Istituto italiano per la privacy e la valorizzazione dei dati
Prof. Michele IASELLI
LUISS, Presidente Associazione Nazionale per la Difesa della Privacy (ANDIP)
OBIETTIVI
Il corso ha lo scopo di formare e/o aggiornare i soggetti che attualmente svolgono il ruolo di referenti privacy presso le Pubbliche Amministrazioni e le aziende, nonché di fornire le conoscenze fondamentali della materia che costituiranno i requisiti basilari per la formazione della nuova figura del Responsabile della protezione dei dati prevista dal nuovo Regolamento europeo sulla protezione dei dati la cui entrata in vigore è ormai prossima. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato con valutazione finale, che potrà essere allegato al proprio curriculum vitae.
DESTINATARI
Il corso è principalmente rivolto a dipendenti e liberi professionisti che svolgono o intendono svolgere il ruolo di Responsabile del trattamento dei dati personali.
PROGRAMMA
Principi e regole per il trattamento dei dati personali nel nuovo quadro normativo europeo (Regolamento generale sulla protezione dei dati). Ambito di applicazione territoriale. Diritto all’oblio. Rendicontazione del titolare del trattamento (principio di accountability). Protezione dei dati fin dalla progettazione (privacy by design). protezione dei dati come condizione predefinita (privacy by default). Registro delle attività di trattamento. Valutazione dell’impatto del trattamento sulla protezione dei dati (privacy impact assessment). Sicurezza dei trattamenti. Meccanismi di certificazione della protezione dei dati. Organismi di certificazione.
La figura del Responsabile della protezione dei dati (Data protection officer). Natura e designazione del Data protection officer (DPO). Obbligatorietà del DPO. Competenze e capacità del DPO. Posizione del DPO e suoi rapporti con il Titolare e Responsabile del trattamento. Indipendenza del DPO. Conflitto d’interessi. Risorse necessarie per lo svolgimento delle sue funzioni. Responsabilità del DPO. Compiti attribuiti dal Regolamento al DPO. Il ruolo del DPO in merito alle principali attività connesse al trattamento ed alla sicurezza dei dati personali. Analisi comparata delle esperienze, già maturate a livello di istituzione europee, in merito al ruolo e alla responsabilità del DPO.