giovedì 8 ottobre 2015

Libro: Il processo civile telematico. I quesiti della pratica (aggiornato alla L. n. 132/2015)



L'entrata in vigore della normativa sul processo telematico (PCT) ha comportato la nascita di diverse problematiche sia operative che giuridiche non sempre risolte dal legislatore. Di conseguenza si è assistito alla nascita di una inevitabile prassi giurisprudenziale intervenuta spesso in soccorso agli operatori con decisioni mirate ad analizzare e risolvere questioni di particolare rilevanza.
In effetti, il processo, ed in generale le procedure che prevedono l’intervento del Giudice e delle parti, risolvendosi in una sequenza di atti orientati ad un risultato, coordinati fra loro e sufficientemente strutturati, si presta­no agevolmente alla codificazione e, quindi, all’automatizzazione.
I vari atti che integrano l’iter procedurale, vengono memorizzati, sulla base di un programma che rispecchia le regole processuali; il processo, pertanto, si concreta in flussi d’informazioni, utilizzabili sia verso l’in­terno che verso l’esterno.
In particolare, quindi, il passaggio dal processo di cognizione attuale al processo di cognizione del futuro si fonda sulla creazione di una rete telematica che colleghi tutti gli studi professionali, tutte le cancellerie degli uffici giudiziari, tutti gli studi dei giudici e dei loro ausiliari; e sul­la trasformazione dell’attuale fascicolo cartaceo in un fascicolo virtuale inserito in tale rete.
Il passaggio dalla carta al bit non è stato, però, immune da vizi ed ha fatto sorgere problemi giuridico-operativi inevitabili in un sistema di civil law come il nostro, si pensi al valore giuridico della PEC, al deposito telematico, al decreto ingiuntivo telematico, al documento informatico, ai malfunzionamenti del sistema informatico, alla firma digitale, alle copie di cortesia, alla costituzione in giudizio telematica, ed a tante altre questioni affrontate e risolte dalla magistratura sia di legittimità che di merito.
Lo scopo di questo agile volume del sottoscritto e del dott. Fabrizio Corona, edito dalla casa editrice Pacini ed aggiornato alla legge n. 132/2015, è proprio quello di analizzare tutte le questioni sorte con l'avvento del processo telematico alla luce delle principali pronunce giurisprudenziali fornendo un'agevole chiave di lettura a chiunque sia interessato a questo nuovo sistema, al fine di consentire al lettore di avere le idee più chiare su molti aspetti del PCT ancora oggetto di accesa discussione negli ambienti giuridici.