giovedì 29 marzo 2012

Privacy Day Forum 2012: evento chiave per rimanere al passo con i cambiamenti della data protection


La privacy nel nostro Paese sta vedendo una intensa concomitanza di eventi che, oltre al continuo cambiamento di scenari, pone molti dubbi su quelli che saranno gli ulteriori sviluppi nei prossimi mesi:
Le semplificazioni del Governo Monti con l’abolizione del Dps, il Regolamento Europeo che porrà per la prima volta nella storia della privacy una sola normativa contemporaneamente in vigore in tutti e 27 stati membri della UE, l’attuale Garante guidato da Pizzetti che chiude un settennato e un’epoca intensa di nuove sfide affrontate con gli interrogativi riguardanti il nuovo Collegio che verrà, per non parlare della miriade di nuove problematiche che riguardano la protezione dei dati personali rispetto alla prima epoca targata Rodotà quando la parola privacy significava giusto la tutela della sfera privata dell’individuo e molti documenti da firmare o da redigere.
Sembrano trascorsi secoli, eppure ora la privacy assume dimensioni globali, europee e non solo, le insidie girano intorno internet, social network in grado di geo-localizzare gli utenti comunicandolo ai propri contatti tra smartphone e tablet, il furto d’identità e reputazione online, marketing penetrante che stiamo vivendo con tecniche anche penetranti come la pubblicità comportamentale, con la biometria ei sistemi gps anche sui luoghi d lavoro, e la videosorveglianza alla quale appena abbiamo fatto in tempo ad abituarsi per vederla d’un tratto diventare “intelligente” in grado di riconoscere la morfologia del nostro volto, i nostri movimenti, o anche certi banali comportamenti. E tante altre nuove tematiche privacy emergono dal settore sanitario, dalle investigazioni e dalle indagini difensive, nonchè dalle aumentate necessità del cittadino di proteggersi dai continui agguati che gli sono tesi ad ogni angolo, in rete e in altri modi in passato considerati impensabili.
Tante domande a cui trovare risposta al Privacy Day che si terrà ad Arezzo il 9 maggio 2012, dove saranno presenti esponenti delle istituzioni, dello stesso Garante della Privacy della Guardia di Finanza, ma anche delle principali associazioni che si occupano di protezione di dati personali sul territorio nazionale ed internazionale, come l’Istituto Italiano per la Privacy, Federprivacy, l’Associazione Nazionale per la Difesa della Privacy e l’americana IAPP.
Con la privacy a un bivio decisivo, Privacy Day 2012 da non mancare per non rischiare di perdere la strada giusta propria mentre la svolta è in corso!
La partecipazione è gratuita previa richiesta di accredito, sui siti www.privacyday.it, www.federprivacy.it, e www.corriereprivacy.it
Riferimenti: Nicola Bernardi - press@federprivacy.it – 335-1473333