giovedì 29 luglio 2010

Nuove pagine dedicate alla normativa ict


Nell'attesa della riforma del Codice dell'Amministrazione Digitale, che annunciata tempo fa come imminente sembra invece subire ritardi imprevisti, ho deciso di costituire pagine autonome nel mio blog, che potete vedere in alto a destra, dove riporto i principali provvedimenti in materia di ICT nella loro versione aggiornata e completa. Resto in attesa di suggerimenti per altri provvedimenti da pubblicare che pensate possano essere di maggior interesse. Per il momento ho pubblicato il codice per la protezione dei dati personali, il codice dell'amministrazione digitale e la legge n. 69/2009.

martedì 20 luglio 2010

Un commento al codice per la protezione dei dati personali


Sul lato destro del mio blog ho inserito un collegamento ad un mio lavoro dove ho commentato l'intero codice per la protezione dei dati personali. Si tratta di una prima versione, poiché nel frattempo alcune norme sono cambiate e quindi è necessario aggiornare periodicamente anche questo lavoro. Spero possa comunque essere utile a tutti voi.

giovedì 15 luglio 2010

Agenzia delle Entrate: ritorno al Medio Evo


Questa mattina mi è accaduto qualcosa che in un'era come questa dell' innovazione tecnologica e dello sviluppo dell'e-government è davvero intollerabile.
Mi sono recato di buon'ora all'Agenzia delle Entrate di Napoli per registrare un contratto di locazione. L'Agenzia è molto moderna ed è caratterizzata da un sistema di prenotazione elettronica particolarmente avanzato. Quando sono arrivato dall'impiegato che rilascia il numero di prenotazione mi è stato testualmente detto che i numeri erano finiti!!! Come? Alle 8.30 i numeri sono finiti? Si, mi ha detto candidamente l'impiegato, il sistema accetta un numero limitato di prenotazioni. Sono, ovviamente, rimasto esterrefatto ed ho chiesto spiegazioni ad altri impiegati: ebbene mi è stato detto che bisogna presentarsi alle 7.00 di mattina per avere un numero che consente al "povero cittadino" di prenotarsi per una prima fila, dopo rispettando questa prima prenotazione si potrà ottenere un altro numero per fare la vera fila necessaria per eseguire l'operazione ed infine dopo almeno 3-4 ore si potrà ottenere la tanto auspicata registrazione. In caso contrario è inutile presentarsi presso l'Ufficio.
La procedura on line per quanto prevista è molto farraginosa e complessa e sono ben pochi coloro che l'utilizzano.
A questo punto mi viene spontanea una domanda al nostro Ministro Brunetta: come è possibile vantare il grande processo di innovazione tecnologica del nostro paese con grandi vantaggi per i cittadini quando bisogna assistere a queste situazioni da terzo mondo?
Mi sono sentito davvero male, sono anni che insegno, in corsi universitari e non, i grandi vantaggi dell'informatizzazione ed un'esperienza del genere ti fa davvero riflettere sulle future prospettive del nostro paese.

martedì 13 luglio 2010

Telemarketing: a breve il registro pubblico delle opposizioni


E' stato approvato con Decreto del Presidente della Repubblica il regolamento che prevede l'istituzione e la gestione del registro pubblico delle opposizioni adottato ai sensi del comma 3-ter dell'art. 130 del Codice in materia di protezione dei dati personali inserito dall'art. 20-bis del decreto legge 25 settembre 2009 n. 135, convertito, con modificazioni dalla legge 20 novembre 2009 n. 166.
Il decreto ha visto la luce con un notevole ritardo e la stessa struttura risente delle difficoltà che avranno riscontrato gli estensori della disposizione regolamentare. Difatti, al di là del principio non condivisibile dell'introduzione dell'opt-out per le telefonate aventi finalità di marketing (per le ragioni vedi http://micheleiaselli.blogspot.com/2010/01/privacy-e-telemarketing-cambia-il.html), il decreto che dovrebbe essere l'ancora di salvezza per tutte quelle persone che non vogliono essere disturbate dalle fastidiose telefonate provenienti spesso da operatori poco educati, si presenta alquanto farraginoso ed ambiguo.
Nello specifico nulla viene detto in merito al soggetto che dovrebbe gestire il registro pubblico delle opposizioni il quale, ovviamente, dovrebbe avere massima credibilità e dovrebbe garantire la massima sicurezza. La procedura prevista per la richiesta di iscrizione al registro per quanto comprenda tutte le opzioni possibili non prevede tempi di esecuzione che dovrebbero essere immediati e tra l'altro è agli effetti pratici che si dovrà fare riferimento, in quanto le previsioni rivestono un carattere sempre aleatorio.
Il funzionamento di questo registro, difatti, dovrà essere semplice ed immediato e le eventuali violazioni degli operatori dovranno essere severamente punite senza alcuna forma di tolleranza. Sono le uniche armi che rimangono al cittadino dopo l'approvazione della modifica al Testo Unico.
Come presidente dell'Andip ricevo continue lamentele da parte dei cittadini sull'uso sconsiderato del telefono da parte dei call center e degli operatori di telecomunicazioni ed a questo punto ritengo che solo un efficace registro delle opposizioni potrà arginare questo fenomeno che creerà grossi disagi al telemarketing.

domenica 11 luglio 2010

L'eProcurement nella P.A.


Il giorno 10 luglio ho partecipato in qualità di relatore all'interessante ciclo di seminari dedicato agli amministratori locali organizzato dalle fondazioni Glocus e Farefuturo. Nella splendida cornice dell'hotel Villa Tuscolana a Frascati ho parlato di e-procurement nella P.A. ed ovviamente ho messo a disposizione le slides del mio intervento che sono scaricabili al seguente indirizzo www.micheleiaselli.it/eProcurement.pdf