domenica 28 marzo 2010

E-book Altalex: il commercio elettronico


Questa breve opera dell’avv. Maria Rosaria Baldascino, briciola fra le tante e dotte pubblicazioni esistenti, non intende assolutamente offrire un panorama esaustivo dell’e-commerce: cerca, al contrario, di offrire un pratico manuale di “istruzioni per l’uso” a chiunque intenda avviare o ampliare la visibilità della propria attività commerciale.
In appendice, la normativa esistente in materia cerca di venire incontro alle esigenze di chi non ha tempo di districarsi fra versioni storiche, modificate e vigenti delle leggi che disciplinano il commercio elettronico.
L’ebook si può acquistare sul portale Altalex al prezzo di 5 euro all’indirizzo http://www.altalex.com/index.php?idstr=101&codprod=EBOOKINFORMATICA001.
L'opera fa parte della collana di e-books dedicata all'informatica giuridica presente sul portale Altalex e diretta dal sottoscritto. Con questa collana si vogliono fornire ai cittadini, agli operatori, agli studenti degli strumenti utili a comprendere i diversi cambiamenti in atto che inevitabilmente porteranno alla nascita di una società fondata sulle nuove tecnologie. Strumenti agili ed operativi che non a caso sono disponibili su Internet che è il mezzo di comunicazione simbolo della nuova era della società dell’informazione.

PA & Information Technology Conference: Sicurezza come valore per i cittadini


La conferenza è organizzata dalla TecnaEditrice e si terrà il 14 aprile 2010 a Roma presso il Centro Congressi Cavour.
L'evento è dedicato agli acquisti di tecnologie hardware e software nella Pa con criteri di integrazione con la Sicurezza informatica. La sicurezza dei cittadini e l’impegno per una “legalità a tutto campo” sempre e ovunque è alla base di quella “sicurezza dello sviluppo” che è fattore abilitante per la crescita del paese.
In quest’ottica, è di fondamentale importanza che l’insieme degli autori coinvolti nella salvaguardia delle legalità (Ministeri, Forze dell’ordine, Forze armate, Protezione Civile, etc.) sappia intraprendere un percorso pervasivo di innovazione con impatto immediato sui processi organizzativi, gli strumenti operativi e i mezzi tecnologici utili a sviluppare una strategia coerente.
Tra gli enti e le associazioni che hanno dato il loro patrocinio figurano l'ANDIP (Associazione Nazionale per la Difesa della Privacy) che presiedo, l’AFCEA, l’AICA, Assosicurezza, Assintel, DigitPA (ex CNIPA), Confindustria, AIPSI, FTI.
La partecipazione è gratuita, ma l’evento è a numero chiuso. Pertanto è importante effettuare l’iscrizione sul sito www.tecnaeditrice.com.

giovedì 18 marzo 2010

Altalex lancia collana e-books dedicati all’Informatica Giuridica


Sono stati pubblicati i primi eBooks in formato pdf delle nuove collane elettroniche di Altalex: Formazione, Informatica Giuridica e Massimario (http://www.altalex.com/index.php?idnot=40644&asnofrt=true).
In particolare la collana Informatica Giuridica curata dal sottoscritto già prevede diversi titoli disponibili come il commercio elettronico, la ricerca dei documenti giuridici su Internet, misure minime di sicurezza, Privacy e marketing diretto, diritto d’autore e siti web, la Posta Elettronica Certificata, i nuovi reati informatici e presto si aggiungeranno altri titoli inerenti argomenti di notevole interesse.
L’obiettivo principale di questa collana di e-book è quello di fornire ai cittadini, agli operatori, agli studenti degli strumenti utili a comprendere i diversi cambiamenti in atto che inevitabilmente porteranno alla nascita di una società fondata sulle nuove tecnologie. Strumenti agili ed operativi che non a caso sono disponibili su Internet che è il mezzo di comunicazione simbolo della nuova era della società dell’informazione.
I volumi hanno un prezzo di soli 5,00 euro e possono essere acquistati singolarmente con carta di credito oppure con la AltalexCard, la nuova carta prepagata al costo totale 25,00 euro + iva (a marzo con 1 mese in omaggio dei servizi AltalexMese, Massimario e Punto&Lex).

sabato 6 marzo 2010

L'autocertificazione in materia di privacy


Siamo vicini alla scadenza (31 marzo) per gli adempimenti privacy ed è quindi necessario parlare anche di autocertificazione. Come è noto l’art. 29, comma 1, D.L. 25 giugno 2008, n. 112, come modificato dalla relativa legge di conversione ha introdotto il comma 1-bis dell’art. 34 del Codice della protezione dei dati personali il quale prevede che per i soggetti che trattano soltanto dati personali non sensibili e che trattano come unici dati sensibili quelli costituiti dallo stato di salute o malattia dei propri dipendenti e collaboratori anche a progetto, senza indicazione della relativa diagnosi, ovvero dall’adesione ad organizzazioni sindacali o a carattere sindacale, la tenuta di un aggiornato documento programmatico sulla sicurezza è sostituita dall’obbligo di autocertificazione, resa dal titolare del trattamento ai sensi dell’articolo 47 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, di trattare soltanto tali dati in osservanza delle altre misure di sicurezza prescritte. In relazione a tali trattamenti, nonché a trattamenti comunque effettuati per correnti finalità amministrative e contabili, in particolare presso piccole e medie imprese, liberi professionisti e artigiani, il Garante, sentito il Ministro per la semplificazione normativa, ha emanato il 27 novembre 2008 un proprio provvedimento, che prevede modalità semplificate di applicazione del disciplinare tecnico di cui all’Allegato B) in ordine all’adozione delle misure minime di cui al comma 1 dell’art. 34 del Codice.
Ho predisposto, quindi, sulla scorta dei provvedimenti di cui sopra, un modello di autocertificazione in materia di privacy consultabile all’indirizzo http://www.micheleiaselli.it/autocertificazioneprivacy.pdf, ma ancora una volta invito tutti i titolari del trattamento a valutare con attenzione l’opportunità di adottare le misure semplificate. In caso di errori, come ho già detto nel post precedente, le conseguenze sarebbero estremamente pesanti.