domenica 17 ottobre 2010

Privacy Day ad Arezzo


Con oltre 250 prenotazioni già pervenute, con l'approssimarsi del Privacy Day gli organizzatori hanno dovuto tempestivamente riesaminare la capienza della sede fissata dell’evento, prendendo disposizioni per soddisfare le prenotazioni giunte da tutta Italia.
Tra la prospettiva di frenare l’entusiasmo per il congresso determinando una ferrea selezione del numero dei partecipanti, e quella invece di individuare una soluzione idonea per accogliere un numero maggiore di ospiti a costo di stravolgere l’assetto organizzativo, si è optato per la seconda:
Il Privacy Day del 12 novembre 2010, non sarà più tenuto al Palazzo Borsa Merci della Camera di Commercio di Arezzo ma alla Sala Congressi One dell' Arezzo Park Hotel , confortevole struttura a quattro stelle superior, ubicato di fronte all’uscita del Casello di Arezzo sulla Autostrada A1.
Il cambiamento di programma, con un maggior numero di partecipanti, permetterà quindi di conferire ancor maggior pregio al Privacy Day 2010 che si sta ormai avvicinando. Infatti, è ora definitivo anche il programma della giornata: dopo i saluti di apertura dei lavori, la giornata congressuale inizierà subito con un intervento di Andrea Chiozzi, presidente di Metis Lab, che farà un quadro generale degli adempimenti ai quali un’azienda deve ottemperare per essere in regola con la normativa privacy.
Subito dopo, Nicola Fabiano, Avvocato e Sector Director di Istituto Italiano Privacy, illustrerà le delicate problematiche derivanti dal furto d’identità, e sempre su questo tema, Beatrice Rubini, Manager della Direzione Consumer di Crif, farà il punto sulle soluzioni Mister Credit studiate dalla stessa Crif per proteggere la propria identità contrastando efficacemente l'operato di criminali che intendono carpire ed usare illecitamente i dati personali del cittadino per ottenerne un guadagno economico . Sarà quindi il turno di Valentina Frediani, avvocato esperto di privacy e diritto ict, che spiegherà le nuove regole sulla videosorveglianza. A seguire, Luca Bolognini, presidente di Istituto Italiano Privacy, a trattare le tematiche di e-marketing e privacy, per poi lasciare il posto ad uno degli ospiti d’eccezione della giornata, Giuseppe Chiaravalloti, Vice Garante Privacy, che parlerà proprio delle funzioni e delle attività dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.
E prima di pranzo, a "servire l’aperitivo" ci penserà Pippo Franco che con le sue gag promette di non risparmiare neanche i relatori.
Dopo la pausa pranzo, il programma riprenderà con l’intervento del sottoscritto, presidente dell’Associazione Nazionale Difesa Privacy, incentrato sulla privacy vista come diritto fondamentale del cittadino, dopodichè Luca Giacopuzzi, legale esperto delle nuove tecnologie parlerà di biometria in azienda. Sarà poi la volta di Vittorio Lombardi, avvocato e membro del consiglio direttivo di Federprivacy, a curare la relazione “Privacy & Detective, poteri e limiti imposti dalla legge nelle attività investigative”, molto attesa da una fitta rappresentanza di detective provenienti da tutta Italia. Un’altra categoria presente in misura massiccia sarà quella dei consulenti del lavoro, che potranno seguire con attenzione Rosario Imperiali, noto avvocato e giornalista, che farà luce sulle particolari implicazioni del trattamento dei dati personali nel rapporto di lavoro subordinato.
Successivamente, Ettore Pasanisi, Membro del Consiglio Direttivo di Federprivacy, curerà il collegamento da Bruxelles con Giovanni Buttarelli, Garante Privacy Europeo Aggiunto, comunicando poi importanti novità riguardanti tutti i professionisti che svolgono attività di consulenza privacy. Poi, un altro attesissimo ospite del Privacy Day, Umberto Rapetto , Colonnello del Gat, Nucleo Antifrodi Informatiche della Guardia di Finanza, che con il suo coinvolgente carisma, conferirà sull’importanza della sicurezza dei dati personali. Dulcis in fundo, Pippo Franco, farà le sue riflessioni a voce alta sul convegno, assicurando i presenti di terminare il congresso di buon umore. Ma non finirà qui, in quanto a conclusione della giornata, sarà dato ampio spazio al question time con tutti i relatori, che risponderanno alle domande dei partecipanti. Moderatore del Privacy Day sarà Nicola Bernardi, presidente di Federprivacy.
Oltre che tra i relatori, molte le presenze eccellenti anche in platea: hanno infatti già aderito rappresentanze di Polizia Postale, Ministero del Lavoro, Guardia di Finanza, Inail, associazioni di categoria, oltre a aziende di rilievo nazionale e internazionale. Appuntamento quindi da non perdere il 12 novembre ad Arezzo per il “giorno della privacy”.