martedì 31 agosto 2010

Disciplinata anche per le tessere ministeriali AT la versione elettronica


E' stato pubblicato sulla G.U. n. 182 del 6 agosto 2010 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri datato 24 maggio 2010 che detta le Regole tecniche delle Tessere di riconoscimento (mod. AT) di cui al D.P.R. n. 851 del 1967 rilasciate con modalità elettronica dalle Amministrazioni dello Stato, ai sensi dell'articolo 66, comma 8, del decreto legislativo n. 82 del 2005.
In questo modo, quindi, anche il modello AT Ministeriale avrà la sua versione elettronica, come la carta d'identità, che rimane alternativa a quella cartacea anche se in prospettiva dovrà sostituire completamente la versione cartacea.
Il Modello ATe verrà prodotto secondo le modalità e le procedure previste dal decreto ministeriale 4 agosto 2003, e successive modificazioni, con criteri di sicurezza definiti nell'ambito dei parametri tipici della carta valori.
Le attività di produzione, rilascio e gestione del Modello ATe sono definite in un documento progettuale elaborato dall'amministrazione emittente, sulla base di uno schema-tipo adottato dal Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione, di concerto con l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato per la definizione dei parametri opzionali e delle specificità del sistema di emissione e, per quanto di competenza, con il Dipartimento del Tesoro del Ministero dell'economia e delle finanze e con il Garante per la protezione dei dati personali.
Per le funzionalità di cui all'art. 66, comma 8, del decreto legislativo n. 82 del 2005, il Modello ATe può contenere dati personali, anche biometrici, nel rispetto delle disposizioni di cui all'art. 17 del codice in materia di protezione dei dati personali di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.