domenica 23 maggio 2010

Convegno: l’evoluzione della privacy come diritto fondamentale del cittadino (post eventum)


Il giorno 21 maggio nella splendida sala del circolo ufficiali ubicata a Palazzo Salerno nel centro di Napoli si è svolto il convegno “l’evoluzione della privacy come diritto fondamentale del cittadino” organizzato dall’ANDIP (Associazione Nazionale per la Difesa della Privacy) che è stato l’occasione anche per presentare l’omonimo libro dell’associazione edito dalla casa editrice “Il Nuovo Diritto”.
Hanno partecipato illustri relatori come il vicepresidente del Garante per la Protezione dei dati personali dott. Giuseppe Chiaravalloti che con grande chiarezza e simpatia ha tracciato un quadro completo ed organico della privacy in Italia con continui riferimenti all’attualità.
L’ing. Massimo Penco ha invece parlato di identità digitali ed intercettazioni sottolineando l’assoluta ambiguità del concetto di identità digitale.
L’avv. Domenico Condello ha approfondito il difficile rapporto tra privacy e giustizia con un occhio particolare al mondo dell’avvocatura non nascondendo le mille difficoltà che talvolta si presentano dinanzi all’operatore della giustizia.
Il prof. Francesco Romeo ha voluto, invece, sottolineare nella propria relazione come possa essere relativo il concetto di privacy in un mondo come quello attuale dall’impronta fortemente tecnologica dove i giovani ormai nascono e crescono in una società digitale.
Il dott. Michele Iaselli, presidente dell’ANDIP, ha presentato il volume curato per l’associazione con il contributo di diversi delegati che affronta le principali tematiche in materia di privacy.
Tra i delegati dell’ANDIP l’avv. Patrizio Galeotti ha approfondito il delicato argomento delle semplificazioni delle misure di sicurezza che spesso tutto sono tranne che semplificazioni.
Il convegno è terminato con un rinfresco che ha trattenuto ulteriormente gli ospiti ed i relatori in questa piacevole giornata dedicata alla privacy.