martedì 10 febbraio 2009

Un nuovo raggiro dalla Germania


Nasce una nuova insidia per chi ha registrato un nome di dominio. Difatti in questo periodo molti intestatari di domini stanno ricevendo dalla ditta DAD Deutscher Adressdienst GmbH di Amburgo una lettera cartacea che si presenta come una normale comunicazione di verifica nella quale si invita a controllare e correggere i dati del dominio e a rimandare indietro il foglio, via fax o via posta ordinaria, utilizzando una busta preaffrancata.
Attenzione: alla fine della lettera ci sono diversi "dettagli" da cui si capisce che in realtà, inviando indietro il foglio, si sta firmando un contratto per un'inserzione annuale, con durata minima di tre anni salvo disdetta, al prezzo di 958 euro all’anno.
Evitate, quindi di rimandare indietro il modulo firmato e fate la massima attenzione a tutte le comunicazioni riguardanti la gestione dei domini verificando con attenzione il mittente.
Si precisa inoltre che le informazioni personali inserite nella lettera, come il nome e i recapiti dell'intestatario del dominio, sono state recuperate dai database pubblici dei domini disponibili presso le Authority dei vari TLD, per cui qualunque intestatario potrà essere colpito.