venerdì 23 gennaio 2009

La rivincita di Internet


Oggi è stata una giornata importante per Internet e per le nuove tecnologie, poiché diversi rappresentanti di organi istituzionali hanno riscoperto la Rete come mezzo di diffusione e di condivisione delle informazioni.
Innanzitutto la contestatissima Gelmini che ha annunciato su You Tube le materie oggetto della seconda prova scritta dell'esame di Stato oppure il Vaticano che sbarca su You Tube dove un intero canale offrirà una copertura delle principali attività del pontefice e degli avvenimenti vaticani più rilevanti. Lo stesso Papa Ratzinger ha elogiato Internet e le nuove tecnologie come un bene dell’umanità se usate per favorire la comprensione e la solidarietà umana.
Ma la più bella notizia ci viene dagli Stati Uniti dove il nuovo Presidente Obama, già sensibile all’innovazione tecnologica, sarà il il primo presidente Usa ad avere la possibilità di stare in contatto con l'esterno via posta elettronica personale grazie al proprio Blackberry che sarà opportunamente “protetto” dal punto di vista informatico. Incredibilmente gli uomini del nuovo presidente si sono trovati a fare i conti con scarsità di computer portatili e con programmi Windows in versioni vecchie di sei anni. Anche i telefoni, cellulari e fissi, hanno avuto problemi a venir riattivati e i nuovi padroni di casa hanno dovuto attendere a lungo prima di poter disporre di caselle di posta elettronica.
A questo punto possiamo dire che finalmente l’uomo anche ai suoi più alti livelli istituzionali sta riscoprendo le nuove tecnologie, il cui uso responsabile e consapevole potrà indubbiamente arrecare numerosi vantaggi, ma attenzione sempre alle “derive tecnologiche” ed ai rischi di un’approssimativa informatizzazione http://micheleiaselli.blogspot.com/2009/01/i-limiti-del-progresso-tecnologico.html.